COMUNICATO STAMPA: Sulla rete eversiva nazista in Sicilia e in Italia

COMUNICATO STAMPA: Sulla rete eversiva nazista in Sicilia e in Italia

L’ANPI Sicilia esprime vivo apprezzamento per l’azione delle forze di polizia che hanno permesso di scoprire una rete eversiva, ramificata in varie città italiane, che intendeva attentare alla nostra struttura democratica e ai fondamentali valori costituzionali.

I diciannove indagati – tra questi due siciliani -, proclamatosi seguaci del nazismo e di Hitler, si ponevano l’obiettivo di costituire un cosiddetto “ Partito nazionalsocialista italiano dei lavoratori”. Suscita grande allarme il ritrovamento, durante le perquisizioni effettuate, di notevoli quantitativi di armi e di oggetti offensivi, oltreché di materiale propagandistico antisemita, xenofobo, inneggiante al nazismo.

Nel ringraziare la Procura di Caltanissetta per la gestione delle indagini rivolte ad impedire la “costituzione e partecipazione ad associazione eversiva e istigazione a delinquere”, indirizzate tra l’altro a colpire sedi dell’ANPI, comunichiamo la nostra più grande sorpresa nell’apprendere che nelle indagini sono coinvolti anche due siciliani individuando nella città di Enna legami eversivi di grande rilievo.

Ottavio Terranova – Vice Presidente nazionale Anpi

Palermo, 30 novembre 2019

A questa pagina il comunicato stampa della Presidente nazionale dell’ANPI

Nespolo: “L’ANPI non si fa intimidire da minacce di attentati. Le cittadine e i cittadini ci sostengano”