Un crowdfunding sulle cronache di Resistenza delle Marche. Trovate nuove storie di partigiani siciliani.

I Partigiani rimasti sono pochi e stanno morendo di vecchiaia. Ma quello che non deve morire è la memoria e la testimonianza di questi eroi che hanno dato la vita per donarci la libertà. In 7 anni abbiamo raccolto, solo nelle Marche, i nomi e i volti di centinaia di partigiani e delle loro storie. Questa ‘biblioteca’ dei ricordi ha un valore inestimabile e potrebbe andare perso. La vogliamo trasformare in un libro di racconti e immagini che rimanga per le future generazioni. Sappiamo che il momento è difficile e la situazione economica è nera ma la somma che chiediamo è poca e le ricompense sono davvero belle e rare!

Tra queste storie abbiamo trovato molti nominativi di siciliani che hanno lottato nelle formazioni partigiane come: Emanuele Lena nato il 1 febbraio 1920 a Ragusa, Salvatore Ficili 4 gennaio 1924 a Scicli e Miano Letterio 4 aprile 1922 a Messina.

In 7 anni abbiamo raccolto, solo nelle Marche, i nomi e i volti di centinaia di partigiani e delle loro storie. Senza contare i monumenti e i cippi dedicati a questi combattenti, ai loro attacchi e ai bombardamenti alleati. E per concludere i manifesti con i bandi nazi-fascisti.

Il progetto a cui aspiriamo richiede poco capitale iniziale (ma tantissimo lavoro editoriale fatto da volontari). Noi pensiamo che la memoria e la testimonianza siano una parte fondamentale del nostro vivere in una società civile e democratica. E che il valore di chi ha donato la propria vita per darci la libertà è inestimabile.

Questo patrimonio rischia di perdersi per sempre, visto che ormai partigiani vivi ne sono rimasti pochi e, spesso, anche i loro parenti stanno diventando grandi e faticano a testimoniare oralmente i ricordi delle gesta compiute da questi impavidi.

Noi vogliamo, partendo dalle Marche, far si che tutto questo materiale rimanga per sempre stampato e a disposizione delle future generazioni. Vogliamo che la Liberazione e l’Antifascismo non siano solo parole che spesso risuonano vuote ai più, da tirare fuori da qualche politico magari qualche giorno prima di una competizione elettorale. Vogliamo andare nelle scuole e in ogni posto dove verremo chiamati, per continuare noi a raccontare e far vivere per sempre le storie di queste singole persone che, messe insieme, rappresentano la ‘culla’ della nostra democrazia.

Vogliamo infine, che il 25 aprile venga celebrato e ricordato ogni giorno dell’anno.

Nel libro saranno riportate più storie, di cui moltissime avranno allegata una foto con il volto del partigiano o la lapide o il cippo che lo ricorda

La somma che chiediamo è poca, ma il valore di questo progetto è incalcolabile. Dateci una mano per portare a termine questo disegno e far così vedere la luce ad un libro mai scritto finora.

Diamo una faccia e un nome alla parola “Resistenza”!

Grazie, con il vostro aiuto sarà possibile!

Paolo Battisti e Luca Lisei


Cliccate sul link per il crowdfunding:

https://www.produzionidalbasso.com/project/marche-nascita-di-una-democrazia/

Luca Lisei e Paolo Battisti