Etichettato: ANPI RIESI

Riesi: al liceo scientifico incontro con un deportato

Stamattina presso il liceo scientifico I.I.S.S. Carlo Maria Carafa di Ri16266273_1865441757004333_3927057737991741984_nesi si è svolto un incontro formativo con gli studenti in occasione della Giornata della Memoria, ricorrenza istituita con la legge 211 del 2000, che prevede di ricordare l’Olocausto compiuto dall’esercito tedesco nella seconda guerra mondiale nei confronti degli ebrei, comunisti, testimoni di Geova,  pentecostali, disabili, uomini e donne di colore e infine gli Imi. L’argomento scelto  per l’incontro è stato La Storia degli Internati Militari Italiani, cioè la storia di tutti quei soldati italiani che sono stati deportati nei campi di concentramento tedeschi, dopo l’8 settembre 1943, in quando accusati di essere dei traditori della patria.
A introdurre i lavori è stato vice preside dell’Istituto, il Prof Antonio Fiorenza e poi seguito l’intervento del referente dell’ANPi di Riesi, Giuseppe Calascibetta che ha illustrato brevemente la storia della seconda guerra mondiale, concentrando l’attenzione sulla figura degli IMI. Poi è stata la volta del deportato Salvatore Russo, di Riesi, che ha vissuto per due anni nel campo di concentramento Stramlagger XA, dove ha vissuto diverse violenze e privazioni imposte dal regime carceriero dei tedeschi. Salvatore Russo ricorda: “Io operavo come aviere nella base militare di Avalonia, in Albania. Venni arrestato dalle S.S e portato ad Amburgo. Qui iniziai a lavorare nelle fabbriche metalmeccaniche senza essere pagati. In cambio ricevevamo una specie di zuppa, che era acqua sporca con ritagli di qualche verdure. Per mangiare eravamo costretti a rubare il pane dai loro magazzini e se ci beccavano venivamo picchiati sulla schiena”.
aaaTante le domande poste dagli studenti all’ex deportato, che nonostante abbia 97 anni, mantiene una mente lucidà, ricordando perfettamente ogni dettaglio degli eventi trascorsi. Alla fine della manifestazione è stato annunciato che Salvatore Russo riceverà la medaglia d’onore dal prefetto di Caltanissetta, giorno 27 gennaio.  Il Vice Preside insieme all’ANPI di Riesi ha consegnato un attestato di partecipazione al deportato ringraziando per la sua disponibilità a raccontare la propria storia agli studenti.
Fonte: http://www.lagazzettanissena.it/riesi-al-liceo-scientifico-carafa-incontro-con-un-deportato/
Annunci