Etichettato: smuraglia

BASTA CON QUESTO GIOCO ALLA GUERRA

“BASTA CON QUESTO GIOCO ALLA GUERRA”: appello congiunto ANPI, ARCI, CGIL, CISL, UIL, ACLI nazionali. Aderisce Don Luigi Ciotti.

15 Aprile 2017

 

Annunci

Nuovamente a Palermo il presidente Smuraglia

20170324 ANPI ars

 

NELL’ANNO DELLA COSTITUZIONE REPUBBLICANA

Su iniziativa del Coordinamento Regionale ANPI Sicilia

PRESENTAZIONE DEL VOLUME DELL’ANPI

“LA PARTECIPAZIONE DEL MEZZOGIORNO

ALLA LIBERAZIONE D’ITALIA (1943 – 1945)

Continua a leggere

Il 2017 sarà un anno importante anche come anniversario dell’approvazione della Costituzione. L’ANPI ha un solido programma per farla conoscere, rispettare ed amare”

Tratto dalla newsletter dell’ANPI Nazionale “ANPInews” n.228 (20 dicembre 2016/gennaio 2017)

Dalla data del voto sono trascorsi ormai quindici giorni, durante i quali abbiamo “tremato”, nell’attesa timorosa che si verificassero le catastrofi pronosticate nel caso in cui avesse vinto il NO.

Attesa vana, perché le “cavallette” non sono arrivate, la Borsa ha tenuto splendidamente, non vi sono state sommosse popolari, non siamo precipitati nel “buio” che ci era stato preconizzato.

In realtà la situazione economica è quella di prima, il Monte dei Paschi di Siena continua a dibattersi nelle sue difficoltà e nella ricerca di soluzioni accettabili, per i creditori e per l’Unione europea (connubio piuttosto difficile), c’è un Governo in carica, che ha ottenuto la fiducia dei due rami del Parlamento. Continua a leggere

“Siamo liberi e indipendenti e applichiamo la democrazia: ci si confronta, si discute e infine si vota”

“Siamo liberi e indipendenti e applichiamo la democrazia: ci si confronta, si discute e infine si vota”: così il presidente nazionale dell’Anpi, Carlo Smuraglia, in una intervista a Repubblica.it

Prof. Carlo Smuraglia

Prof. Carlo Smuraglia

Proibire le manifestazioni di Forza Nuova

Appello del presidente nazionale dell’Anpi al ministro degli Interni

“È una vergogna!”. Questo il primo commento del presidente nazionale dell’Anpi, Carlo Smuraglia, sulla notizia che il movimento neofascista “Forza Nuova” ha deciso di scendere in piazza in molte città il prossimo 29 settembre.

“Già da tempo denunciamo – spiega Smuraglia – il rifiorire di rigurgiti fascisti, in tante forme, ma sempre con i soliti vessilli, i soliti richiami a ideologie fasciste e naziste, da tempo sconfitte e superate. Adesso, abbiamo la concomitanza di undici manifestazioni in altrettante piazze; e per parlare di futuro, ma soprattutto di rivoluzione. Ci sarà qualcuno che abbia il coraggio di vietarle? Ci sarà qualcuno nelle istituzioni pubbliche che abbia chiara la concezione che emerge da tutta la Carta Costituzionale, di assoluta contrarietà ad ogni forma di fascismo? Ci sarà qualcuno che ricorderà che il fascismo è anche quello delle leggi razziali e delle persecuzioni contro gli ebrei e che questo basta, da solo, per rendere penalmente illegittima, ai sensi della legge Mancino, qualunque manifestazione che a quella ideologia si richiami, o ne faccia apologia o mostri di volerne continuare, in qualunque forma, la tragica esperienza? Ci sarà qualcuno che comprende la gravità della parola rivoluzione, specialmente in bocca  di forze fasciste?” Continua a leggere