MAI PIÙ FASCISMI E RAZZISMI: SABATO 10 FEBBRAIO MANIFESTAZIONE NAZIONALE A MACERATA

27503579_1349252418554454_3231853613978253800_o

5 Febbraio 2018

Associazioni, partiti, sindacati, movimenti democratici tutti insieme in piazza dopo il gravissimo atto di terrorismo razzistico avvenuto nella città marchigiana

È ora di dire basta. Il 10 febbraio a Macerata associazioni, partiti, sindacati, movimenti democratici si troveranno insieme per dire no a tutti i fascismi e razzismi. Quello che è accaduto sabato è un fatto di una gravità inaudita. Le Istituzioni assumano immediatamente provvedimenti e la condanna sia unanime da parte di tutti. È intollerabile il giustificazionismo di queste ore che addirittura imputa alle vittime la colpa dell’accaduto. Invitiamo caldamente l’Italia antifascista e democratica a scendere in piazza il 10 febbraio a Macerata per costruire tutti insieme una rinnovata stagione di impegno per la libertà, la solidarietà e la convivenza civile: la Costituzione non si calpesta, si attua.

L’UFFICIO STAMPA ANPI

Roma, 5 febbraio 2018

Annunci

“MAI PIÙ FASCISMI”

Puoi firmare anche on-line clicca sull’immagine

mai-piu-fascismi-diario-fb-742x742_q85

Puoi firmare l’appello anche sul sito change.org – Clicca sull’immagine

Continua a leggere

74° anniversario della fucilazione del partigiano Orazio COSTARELLA. La commemorazione a Misterbianco (CT)

74° anniversario della fucilazione del partigiano ORAZIO COSTARELLA. La commemorazione a Misterbianco ( Catania)

Come già consolidato da diversi anni, sabato 17 febbraio a Misterbianco si è svolta la cerimonia di commemorazione del partigiano misterbianchese Orazio Costarella, medaglia d’oro, fucilato a Poggio di Otricoli ( Terni) il 17 febbraio 1944. Ucciso a soli 19 anni dai nazisti e dalle bande fasciste che strettamente collaboravano con gli invasori stragisti.

A nome dell’amministrazione comunale il sindaco Nino di Guardo, presenti assessori e consiglieri comunali, rappresentanti di varie associazioni e cittadini , ha depositato una corona d’alloro ai piè del monumento dedicato al partigiano posto nella piazza a lui intitolata.

Continua a leggere

ANPI Palermo: 10 febbraio marcia Antifascista in piazza Politeama

ASSOCIAZIONE NAZIONALE PARTIGIANI D’ITALIA
COMANDANTE BARBATO – PALERMO
Comunicato Stampalogo_anpi_og-891d0c496c3f

La Presidenza dell’Anpi Palermo Comandante Barbato, nella condivisione dell’impegno primario dell’ANPI Nazionale per sconfiggere le destre razziste e neofasciste, invita tutti i cittadini e impegna i militanti alla manifestazione che si terrà a Palermo in piazza Politeama sabato 10 a partire dalle ore 16. Le Istituzioni della Repubblica non possono, cedendo alla provocazione neofascista, mettere sullo stesso piano le forze della democrazia costituzionale con i rigurgiti di un funesto passato. Inoltre non possono in alcun modo limitare o condizionare il diritto – dovere civile e costituzionale di manifestare contro tutte le violenze, contro il neofascismo e per la salvaguardia dei valori della Costituzione repubblicana.
Sosteniamo in massa tutte le forze militanti dell’ANPI FIOM CGIL, del fronte democratico dei lavoratori che parteciperanno domani a Macerata alla manifestazione antifascista nazionale.
Ottavio Terranova Presidente ANPI Palermo Vice Presidente Nazionale
Giuseppe Carlo Marino Presidente Onorario Anpi Palermo
Angelo Ficarra VicePresidente vicario
Anpi Palermo Comandante Barbato

Altro che centro-destra, sono tutti estremisti di destra

Dunque, mentre a *Macerata* un terrorista di stampo fascista/razzista – bardato dentro ( a casa) e fuori ( i luoghi delle revolverate) con tutti i peggiori orpelli stragisti nazifascisti – si esercita al tiro al segno contro i rifugiati-migranti, disonorando con la bandiera italiana messa sulle spalle i valori costituzionali che caratterizzano la Repubblica, tutti i partiti che costituiscono la coalizione qualificata di “centro-destra”, oltre che gridare all’ “invasione”, fanno a gara per “dare inumeri”.
Continua a leggere

Messina 8 Febbraio 2018 – Dialogo sull’antifascismo, il PCI e l’Italia Repubblicana

Intitolazione sezione ANPI MESSINA

Clicca sulla locandina per aprire la pagina facebook dell’evento

 

In occasione dell’inaugurazione della sezione citta dina dell’ANPI Messinese ad ALDO NATOLI, si terrà una tavola rotonda per discutere il libro scritto da Vittorio Foa e Aldo Natoli.


Interverranno il vice presidente nazionale Ottavio Terranova e il Prof.Claudio Natoli figlio del Partigiano Aldo

Il fascismo è un crimine

Catania 27 gennaio: una pietra di inciampo per il martire antifascista Carmelo Salanitro

Il 27 gennaio – Giorno della Memoria – una rilevante iniziativa sarà compiuta a cura dal Liceo Statale Mario Cutelli di Catania. In memoria del prof. Carmelo Salanitro, martire antifascista ucciso nel lager di Mauthausen il 24 aprile 1945,  una “pietra di inciampo”  sarà collocata sul marciapiedi dinanzi al Liceo, sito in via Firenze 202. Nella mattonella, di ottone lucente, è inciso il nome e cognome del deportato, età, luogo di detenzione e data di morte.

La cerimonia di posa della mattonella si svolgerà alle ore 11.30. Interverranno, tra gli altri, Il Sindaco di Catania – avv. Enzo Bianco -, il Dirigente dell’Ambito Territoriale di Catania – dott. Emilio Grasso -, il Rettore dell’Università di Catania – dott. Francesco Basile – , la nuora di Carmelo Salanitro – prof.ssa Maria Salanitro Scavuzzo -.

E’ questa la prima iniziativa di memoria su “pietra”,  Stolpersteine, realizzata in Sicilia.

L’idea di ricostruire la memoria su mattonella stradale di “ uccisi e perseguitati dai nazifascisti, deportati”, collocandola nel luogo che ha visto eseguita l’atroce crimine, è dell’artista tedesco Gunter Demnig.  L’iniziativa è iniziata a Colonia ( Germania) nel 1995. Ad ora in Europa questo “globo internazionale della memoria” è costituito da oltre sessantamila pietre installate. Le prima in Italia ad iniziare dal 2010.

L’ “inciampo” è visivo, costringe i cittadini transitanti a ricordare, ad essere consapevoli e riflettere sugli efferati misfatti consumati dai nazifascisti, e sulle persone, uomini e donne, che ebbero immollata la vita dai cultori della “razza eletta”.

Ricordare, per valorizzare le libertà, la democrazia, i diritti sociali e civili, duramente conquistati.

Comunicato del Liceo Cutelli:

https://www.liceocutelli.gov.it/attachments/article/414/diffusione%20evento.pdf

 

“ Lettera” di Memoria e Libertà